Utsusemi

 

Performance di danza Butoh e Teatro Noh
Danza – Kea Tonetti e Monique Arnaud
Musica dal vivo – Tivitavi R. Papini e Ogam Fabio Malizia

Durata: 50′

Utsusemi,
muta la cicala
Tra le erbe fruscianti,
la realtà vuota. ( Kea e Monique)

In giapponese “Utsusemi” è il “guscio vuoto” che la cicala lascia dopo la muta, simbolo della caducità e dell’ impermanenza della vita e la “realtà vuota”. La cicala dopo anni di vita sottoterra, misteriosamente inizia un processo di mutazione che la porta ad uscire dalla dimensione sotterranea per cambiare vita, nella dimensione aerea. I suoi lunghi preparativi per venire alla luce si consumano in una manciata di giornate di vita, trovando in questo destino tutta la bellezza, l’impermanenza e l’ineluttabilità dell’esistenza. La sua lenta danza di mutazione, si conclude con l’uscita dal guscio che la ricopre, che rimane vuoto, memoria della sua vita passata. Utsusemi è mutare in una lenta metamorfosi continua, rivelando il tegumento che protegge e custodisce la realtà vuota. La nascita, la schiusa è un momento magico in cui la vita si manifesta nel presente e nella bellezza, ogni istante diventa l’occasione di poter godere dell’eternità.

 

Questa performance ha avuto uno sviluppo successivo senza la presenza del teatro Noh.